REIKI CALENDARIO CORSI TRATTAMENTI LETTURE

Home
Cos'è Reiki
Storia del Reiki
Trattamenti
Corsi Reiki
Ayurveda Reiki
Corsi a distanza
Amethyst Yoga
Meditazione
Tutti i corsi
Letture consigliate
Articoli
Pratica Reiki
Links
FAQ - Domande
L'insegnante
Privacy
Contatti

Reikimilano - il sito di approfondimento su Reiki, Tantra, Yoga.

Articoli di approfondimento sul Reiki.

Insegnamento e pratica del Reiki: la normativa esistente.

______________________________________________

Pagina 3 di 7

 

La certificazione.

Acclarato e ribadito che ogni soggetto ha la facoltà di esercitare ed offrire l’attività di insegnamento in forma privata, occorrerà ora spostare l’attenzione sull’aspetto certificativo.

Terminato un percorso di studi avvenuto interamente in via privata, come potrà essere attestato il conseguimento delle competenze acquisite, nel caso in cui l’interessato intenda o abbia la necessità di informare persone terze delle proprie competenze?

L’insegnante che si è occupato della formazione (sia esso una persona fisica o un ente, quale ad esempio un’associazione) potrà rilasciare una dichiarazione scritta, attestante il compimento di un determinato percorso formativo ed il suo termine con esito positivo. Solitamente, tale dichiarazione viene denominata attestato, o diploma.

Tale dichiarazione è regolata, sul piano giuridico, dalle norme esistenti.

Qualora consista unicamente in un testo sottoscritto dall’insegnante, avrà valore di scrittura privata.

Nel caso si intenda conferire maggiore certezza all’autenticità del documento, evitando il rischio di ogni e qualsiasi contestazione in merito alla autenticità dello stesso e quindi alla riconducibilità della dichiarazione ad una determinata persona fisica che se ne dichiari l’autore (in questo caso, l’insegnante), si potrà richiedere l’autenticazione della sottoscrizione ad opera di un notaio o altro soggetto designato dalla legge. La firma viene apposta alla presenza di tale soggetto, e l’atto così formato fa piena prova (superabile soltanto attraverso la querela di falso) che la dichiarazione inserita nell’atto è stata rilasciata dal soggetto che ne risulta il sottoscrittore, e che è stato identificato.

Certo, l'autenticazione della firma non attesta, di per sé, che il soggetto che abbia firmato e si presenti come maestro abbia le necessarie competenze per insegnare.

L’atto, in tal caso, sarà denominato scrittura privata autenticata.

E’ questa la formalità che ritenne di seguire Chujiro Hayashi, allievo di Mikao Usui, allorché rilasciò ad Hawayo Takata il diploma di insegnante Reiki (vedi l'illustrazione a sinistra, pubblicata sia sul web che su un famoso testo in materia).

Tale opzione (scrittura privata autenticata) risulta più dispendiosa per la procedura di autenticazione ed è questa la probabile ragione per cui nessuno, all’epoca attuale, ritiene di avvalersi di tale possibilità.

 

 

Vai alla pagina seguente >>

 

Torna all'indice di questo articolo

 

Torna all'indice "Articoli"

 

 

Corsi Reiki Milano - Trattamenti Reiki Milano - Corsi Reiki Piacenza - Trattamenti Reiki a domicilio - Corsi Reiki a domicilio