Reikimilano

The International University of Reiki, Tantra and Awareness

Amethyst Dharma Center

Milano (Italy)

REIKI

CORSI

TRATTAMENTI

LETTURE

Testi spirituali di Dorje Shiayvam Atothas

L'erba e il campo.

(Dorje Shiayvam Atothas, "Lezioni di Amethyst Yoga")

La condizione umana e tutto ciò che - già ben conosciuto - essa comporta, sussiste in quanto ogni persona si sente un soggetto autonomo ed indipendente.
Se ti fa piacere, ci intratterremo qualche istante su questo tema, perchè penetrarlo in profondità è un passo molto importante.
Immagina un campo verde.
Lo vedi da lontano mentre guidi la tua automobile, o mentre siedi comodamente su un treno.
Ciò che ti appare è una grande distesa verde, omogenea.
Ora immagina di entrare in quel campo e di sederti sull'erba. Davanti ai tuoi occhi si parerà una visione molto diversa.

La quasi totalità del tuo campo visivo è ancora occupata dal colore verde, ma ciò che tu vedi non è più una grande distesa omogenea, ma tanti fili di erba, e forse, tanti fiori. Se ti prendi il tempo occorrente, puoi osservare distintamente uno per uno quelli che si trovano più vicino a te.
Sono tanti, tantissimi e se allontani lo sguardo, ti appriranno impossibili da contare.
Se inizi ad osservarne l'aspetto, il software di schemi umani che porti preinstallato nella mente, ti porterà spontaneamente ad operare dei confronti tra uno stelo d'erba e l'altro.
C'è lo stelo d'erba appena nato, e c'è quello ormai secco. C'è lo stelo d'erba alto, che sovrasta gli altri; c'è quello corto, più basso di tutti. Ci sono steli d'erba più alti o più belli di altri.
Può esserci qualche fiore, quà e là. Ognuno con proprie caratteristiche e che normalmente attireranno maggiormente l'attenzione rispetto ad uno stelo d'erba.
Davanti a te, si è aperto un mondo.
Tanti esseri, piccoli esseri viventi, ognuno con una forma e un aspetto unici.
Torni ad alzarti, ti allontanti un poco dal punto in cui ti trovavi e torni ad osservare.
Questa volta ti sarà molto più difficile distinguere gli steli d'erba, mentre riuscirai ancora a vedere i fiori.
"Eh certo, sono fiori, sono belli, è un'altra cosa. Per una cerimonia si comprano fiori, non steli d'erba!! Sono meravigliosi !!!!" potrai dire tra te e te.
Ti allontani di nuovo, per qualche chilometro.
Ora, ad apparirti sarà soltanto un'unica distesa verde, omogenea. Non ci saranno molti altri dettagli da mettere a fuoco.
Eppure, tu ricordi e sai - avendoci camminato in mezzo - che quell'unica distesa che vedi ora, contiene un mondo di esseri tutti diversi.
Ma ora, il tutto ti appare come una distesa unica, e ti aiuta a ricordare che ogni vegetale trae nutrimento dallo stesso strato terroso, che si trova esattamente sotto la grande distesa verde che appare ai tuoi occhi.
Dall'interno, vedevi steli d'erba. Dall'esterno, vedi un campo.
Lo stesso femoneno visivo avviene per ogni cosa si presenti davanti al tuo campo visuale.
Anche per il genere umano.
Nella maggior parte del tuo tempo, trascorri la vita in mezzo ai tuoi simili al modo in cui ti trovavi quando sedevi in mezzo all'erba. Vedi ogni persona, ognuna con un proprio nome, un proprio aspetto, una propria personalità e (in qualche modo) una propria autosufficienza. Ne esamini le caratteristiche ed operi confronti di ogni tipo, tra una persona e l'altra, oppure tra te ed ognuna di queste persone. Ti sarà facile ricordare, se vuoi usarti onestà: quante volte, con il pensiero, ti sei confrontato/a in qualche ambito con le persone che hai visto?
Per un giovane uomo, l'assillo sarà quello di avere più muscoli e pesare di più dei propri coetanei, ed ogni occasione di incontro sarà fondamentale per guardarsi attorno ed operare confronti; per una ragazza, i fattori a cui prestare attenzione saranno finalizzati al proprio desiderio di curare l'aspetto fisico, di essere più snella ed avere più seno delle altre; tutti requisiti che continuamente gli esseri umani notano gli uni negli altri.
Ma ciò accade anche nella spiritualità. Quante volte hai presunto che la tua condizione potesse farti pensare di essere "più avanti" dell'altro? Magari più saggio, oppure più avanti nella cosiddetta "conoscenza" perchè vi è qualche siddhi, qualche dote di chiaroveggenza che i più non hanno?
In questo livello, stai vivendo ed osservando il dettaglio. La manifestazione così come ti appare vista da vicino, da un piccolo ordine di grandezza. Noti ogni differenza, ogni sfumatura, nella molteplicità. Esattamente come vedevi e puoi vedere gli steli d'erba.
La visione ravvicinata, tuttavia, non consente di adottare la visione d'insieme. E il problema è che senza accorgertene, trascorri il novanta per cento del tuo tempo a focalizzarti unicamente su questa prospettiva.
Forse, è l'unica prospettiva che sai assumere perchè nessuno ti ha mai suggerito di provare a cercarne un'altra.
Eppure, come per il campo, un altro punto di vista esiste.
Se immagini di innalzare il tuo punto di vista al gruppo di uomini che ti coinvolge, e quindi di elevarlo ancora più su, ecco che - allo stesso modo del campo - il punto di vista cambia e la visione dei singoli progressivamente svanisce.
Dal tuo nuovo punto di vista, ciò che appare è un unico organismo, che (come il campo era caratterizzato dall'apparire una distesa con un unico colore predominante) rivela dei tratti identificativi.
Questo siamo. Un'unità.
Un'unità in cui si esprime la vita, operante su vari livelli contemporaneamente, ma caratterizzata da elementi che contraddistinguono ogni singolo elemento dell'insieme. E come il verde del campo trae la sua ragion d'essere (il nutrimento) dal fondo terroso sottostante, così il genere umano (ed ogni genere di specie vivente) trae la sua esistenza da qualcos'altro, che continuamente lo mantiene in esistenza.
Entrambe le prospettive coesistono. Nessuno può arrogarsi il diritto di considerarne una falsa o errata.
Può ancora avere un senso attribuire così tanta importanza ad un singolo stelo d'erba, per quando verde ed alto possa apparire, o ad un singolo fiore per quanto meraviglioso tu possa considerarlo? Questo tu sei nel mondo concreto della manifestazione: uno stelo d'erba, e nulla più. Uno dei mille, diecimila, centomila e anche oltre, che compongono il campo. Non conti e non hai l'importanza che credi di avere. Se tu, quale fiore del campo umano, pur con tutta la tua intelligenza, saggezza, con i tuoi doni extrasensoriali, o con la tua prestanza o bellezza fisica, fossi strappato, raccolto o comunque asportato, il campo continuerebbe ad esistere.
Il tuo modo di esistere non legittima quell'orgoglio sul quale hai spesso costruito e difeso i principi dell'onore, della dignità e della rispettabilità, cercando di primeggiare sulle masse oppure battendoti per essi fino a sacrificare la tua vita o quella altrui per riaffermare il tuo potere.
D'altra parte, però, visto dalla prospettiva più distante (e per questo, più "alta"), tu sei il campo stesso.
Sei il punto del campo in cui è caduto l'occhio dell'osservatore, che lo percepisce come un'unica entità. Il suo occhio può cadere proprio su di te, e se ciò accade, ciò che per lui è "vedere il campo", quello tu sei.
Allo stesso modo, tu, singolo essere, trai radice nel Tutto e porti in te una parte del Tutto-Uno.
Quindi, mentre sei un elemento insignificante ed infinitesimo di ciò che appare, proprio tu, nello stesso istante, sei l'Uno".

Dorje Shiayvam Atothas

 

 

nascita - vento della nascita - incarnazione

Dorje Shiayvam Atothas

(Dott. Alessandro Segalini)

 

 

Counselor

Tantra Master

Grand Master Reiki  (18° liv.)

 

Founder of Amethyst Yoga

 

Listed in the "Teachers" page (presence in the world) of the World Yoga and Ayurveda community

http://www.worldyogayurveda.net

 

Affiliated to the European Yoga Federation

www.europeanyogafederation.net

Listed in the Italian community of counselors
www.counselingitalia.it

 

Facebook (profile):  www.facebook.com/amethystyoga
Alessandro Segalini (public page): www.facebook.com/alessandrosegaliniofficialpage

Youtube:

Amethyst Yoga Channel - https://www.youtube.com/user/Atothas77

 

Tantra official website:

www.tantramilano.altervista.org

 

e-mail: reikimilano@alice.it

 

incarnarsi - nascita - incarnazione - reincarnarsi

 

>>Torna all'indice "Articoli">>

 

nascita - vento della nascita - incarnazione

incarnarsi - nascita - incarnazione - reincarnarsi

 

 

Corsi Reiki Milano - Trattamenti Reiki Milano - Corsi Reiki Piacenza - Trattamenti Reiki a domicilio - Corsi Reiki a domicilio