come si fa a leggere le carte

Reikimilano

The International University of Reiki, Tantra and Awareness

Amethyst Dharma Center

Milano (Italy)

REIKI

CORSI

TRATTAMENTI

LETTURE

Come si fa a leggere le carte come si fa a leggere le carte

testi di Dorje Shiayvam Atothas
(Alessandro Segalini)

L'interesse per l'abilità di leggere le carte ti ha portato/a sin qui. Questa pagina sarà come un portone, che - pur non fornendoti direttamente istruzioni - ti farà entrare in un luogo ove potrai attingere (dai libri, così come dalla rete internet) ciò che ti serve, indicandoti dove andare a cercare. Non prima, però, di averti fornito alcuni chiarimenti di base che ti saranno preziosi per poter essere in grado di leggere le carte con serietà e senza derive di fanatismo.

____________

____________

Solo Tarocchi o anche altro?

Ho parlato di carte e non di "tarocchi", in quanto i tarocchi sono soltanto una delle tipologie di carte con cui si può effettuare una divinazione, benché il più famoso e più utilizzato. Come imparare a leggere le carte

E' la carta a rispondermi? Come imparare a leggere le carte

Un mazzo di carte, di per sé preso, è soltanto un mazzo. Pezzi di carta riportanti dei disegni.
Eppure, è noto che molti cartomanti sono stati effettivamente in grado di leggere situazioni relative alla vita privata delle persone che chiedevano loro un consulto.
La ragione di ciò (in questo, quanto sto per dirti dipenderà da quanta fiducia in me riponi) risiede, anzitutto, in una capacità, un "dono" di empatia e di "chiarosapienza" proprio della persona che esegue la lettura. Il mazzo di carte (siano tarocchi o altre), così come il pendolino ed altri oggetti divinatori, riveste il ruolo di strumento. Il divinatore esegue una procedura (che può assomigliare ad un gioco), riscontra dei movimenti o delle raffigurazioni, li interpreta, ed ecco che in quel momento - se il lavoro funziona - la lettura diventa una Lettura con la L maiuscola, che spesso fa strabiliare chi la riceve per la precisione con cui penetra nel presente, oppure per come ha saputo leggere la prospettazione del futuro (in tal caso, la verifica è necessariamente fa fare in un secondo momento).

In genere si inizia da adolescenti. A partire dagli undici-dodici anni di età, alcune persone hanno mostrato un innato interesse verso le carte e la loro lettura. Su suggerimenti di parenti più esperti o sulla scorta di qualche lettura, hanno iniziato a cimentarsi con tale divinazione, eseguendola gratuitamente per parenti ed amici, ricevendo in molti casi conferme della profondità e precisione delle letture.
Avendo conosciuto direttamente alcune di tali persone, ho potuto riscontrare che le stesse presentavano molti caratteri propri dei cosiddetti "starseed" (v. il mio articolo cliccando qui - si aprirà in altra finestra) e - a prescindere da ciò - eseguendo alcuni tests, ho riscontrato la presenza di almeno un altra dote extrasensoriale (poter lasciare il corpo per iniziare viaggi astrali; chiaroveggenza; chiaroudienza; ecc) e la capacità, in queste persone, di poter fornire le risposte date con le carte anche senza l'ausilio di alcuno strumento, in meditazione (per la maggior parte) ed anche a mente sveglia (per qualcuno).

Sono stato io stesso, nel mio studio di Milano, a spronare queste persone a rendersi conto delle loro potenzialità al fine di far loro utilizzare questi doni anche senza l'aiuto dello strumento.

Mi sono comunque accorto che l'uso delle carte (così come del pendolo o di altri strumenti) costituisce un appoggio, anche di tipo psicologico, rendendo la persona che esegue la consultazione-divinazione più sicura di se stessa, sentendo un po' meno il peso della responsabilità che è a capo di chi deve emanare un consulto. E' la carta a mostrare le figure,  e perciò - benché si debba poi interpretarla - è la carta che ha dato il responso. Così ragiona una parte inconscia del consultante, benché, in verità, sia esclusivamente in suo potere il decidere (in viaintuitiva) dove dirigere la mano tra le carte (pur capovolte) al fine di pescare la carta giusta.

Se nella persona è attiva la capacità, sarà essa stessa a decidere (almeno in una parte del proprio inconscio) quale carta scegliere tra le tante coperte. Questo, quantomeno, in ogni tipo di procedura in cui si debbano scegliere alcune carte tra una moltitudine distesa sul tavolo, o tra le carte di un mazzo.

Può una persona sapere in anticipo che carte andrà a pescare, se queste sono coperte?

Ebbene sì. Effettuai personalmente un esperimento di questo genere, solo al fine di comprendere se anche io avessi questo dono (potremmo dire che questo tipo di capacità sono in tutti, e la differenza tra questa e quella persona sta soltanto nell'averle attive o inattive, sviluppate o da coltivare con l'esercizio, libere o bloccate. Decisi di utilizzare le carte dell'alfabeto runico, utilizzandone diciotto, che disposi capovolte a semicerchio. Quindi, con il pendolino, mi imposi di potergli fare indicare ove si trovasse la lettera che di volta in volta chiedevo. Ebbene, dopo numerosi tentativi andati a vuoto, improvvisamente questa capacità mi si aprì: indovinai la prima carta, quindi la seconda. Aumentai la velocità delle richieste: il pendolo andava sicuro a puntare sulla carta che io citavo, e capovolgendola, mi accorgevo che era quella giusta. Stavo indovinando carte capovolte, mentre il pendolino mi serviva da strumento con cui una parte di me (inconscia) poteva utilizzarlo come strumento, impartendo dei micro-scatti al mio braccio (ben visibili nei video che in diverse occasioni ho effettuato).
Quella capacità, così come manifestatasi in quei minuti di solitudine, si sarebbe richiusa immediatamente. Ma i pochi minuti in cui è rimasta attiva sono stati sufficienti per fornirmi conferma di avere, anche io, una capacità, già pronta all'uso, di vedere le carte anche ove fossero capovolte. Questo è ciò che fa un cartomante, spesso senza saperlo. A questa consapevolezza mira il mio addestramento.

____________

____________

Non esistono soltanto i Tarocchi (di cui peraltro puoi trovare decine di versioni). Esistono le sibille, le carte degli angeli, e tante altre dedicate a questa o a quella tradizione o energia.

Vi sono rischi?

Come in tutte le cose, qualche rischio vi è. Ma può essere ridimensionato rispetto al panico che in argomento è stato diffuso, soprattutto da certi ambienti.
Alcune persone con esperienza nel campo, sostengono che i Tarocchi, per le profonde simbologie che contengono, connettono ad energie archetipiche molto forti, che talvolta entrano nella persona che li utilizza o comunque vi si legano, rischiando di portarla a modificare le proprie abitudini, attidudini, la propria personalità e l'assetto energetico. Lo spostamento avverrebbe verso maggiori densità, a contatto con forti emozioni quali eccitamento erotico, rabbia, paura e con esperienze, spesso conflittuali, che favoriscono emozioni di tal genere.

Ricordiamo sempre che - in sé considerato - un mazzo è soltanto un mazzo, un oggetto.

Vi è da dire, comunque, che un mazzo di carte può essere consacrato e caricato di energia (e al riguardo, ricordo di aver consacrato e caricato qualche mazzo di tarocchi che mi era stato portato, e di averne "scansionato" qualcuno con le mie mani, riscontrando di persona che alcuni mazzi caricati erano "vivi" come entità ed emanavano vibrazioni). In un simile caso, l'energia del mazzo potrebbe interagire con quella della persona e "spingerla" ad essere attirata da una carta piuttosto che dall'altra, facendo sì che il consulto  prenda una determinata direzione senza troppa difficoltà. Ove ciò avvenga, due saranno i casi: o la "carica" (e le entità eventualmente dimoranti nel mazzo) garantisce un certo livello di consapevolezza e la volontà di collaborare in modo serio fornendo responsi seri, oppure i responsi saranno pilotati e sviati di proposito.
Una delle funzioni della carica del mazzo di carte può anche essere quella di utilizzarlo non per leggere nel presente o nel futuro, ma per pratiche magiche, eseguendo rituali con i tarocchi. Al riguardo puoi leggere quest'altro
mio articolo (che si aprirà in una nuova pagina).
Ricordo di aver caricato (a scopi magici) un mazzo di carte e di essermene poi dimenticato. Avendo acquistato io stesso il mazzo (ed essendovi, in tema, voci secondo le quali un mazzo dovrebbe sempre essere regalato) lo scambiai con quello di altra persona che pure se lo era acquistato da sé, senza ricordare che gli stavo donando un mazzo caricato. A seguito di alcuni discorsi sulla possibilità di effettuare semplici rituali, la persona provò a farlo, ottenendo subito risultati decisivi, che rischiarono di sfuggire al suo controllo.
Nell'utilizzo rituale i collegamenti con le forze archetipiche sono decisamente forti, e il racconto ne è una dimostrazione. Per quanto riguarda la semplice divinazione, mi sento di dire che se eseguita con centratura e stabilità, da persona non emotiva, fiduciosa in se stessa e nel fatto che è il proprio intuito e il proprio potere a scegliere e ad interpretare le carte, i rischi possono considerarsi nulli.

____________

____________

Come procedere? Come imparare a leggere le carte

Acquista un mazzo di carte. Nel caso siano Tarocchi, prova a chiedere a un amico, o un'amica, o a qualche parente, di regalarti un mazzo di carte. Ove non sia possibile, acquistalo tu stesso.
Non hai l'obbligo di scegliere i Tarocchi. Nelle librerie specializzate, ma anche sulla rete internet, puoi trovare carte dedicate alle tradizioni più diverse. Se segui la strada dell'amore e dell'aiuto al prossimo, compra qualche tipologia di Carte degli Angeli o degli Arcangeli. Ogni carta porta con sé un messaggio che è anche un consiglio per la crescita di chiunque. Effettuerai divinazioni che saranno sempre e comunque di tipo costruttivo.
Ti ricordo che, laddove tu non possa permetterti la spesa dell'acquisto di un nuovo mazzo, puoi effettuare letture anche con le classiche carte da gioco, ed anche con le cosiddette "piacentine" (formate da quattro semi: bastoni, coppe, denari, spade).

Nella stessa libreria in cui avrai acquistato i tarocchi, potrai acquistare un libro che ti insegnerà ad utilizzarli. I costi non sono elevati. Come imparare a leggere le carte

____________

____________


Siti internet di interesse per imparare a leggere i Tarocchi

Questo sito offre un'interpretazione di tipo "costruttivo", finalizzato alla crescita:

http://www.leggere-i-tarocchi-per-crescere.com/

Questi sono links di altri siti che, ugualmente, insegnano a leggere le carte. Come vedi, se preferisci stare di fronte al monitor di un pc o al display del tuo smartphone, puoi procedere in tal senso senza spese (personalmente, avendo anche una certa età, preferisco il "fascino" e la tranquillità di un libro sul comodino):

http://www.significatodeitarocchi.com/

http://www.tarocchigratuiti.it/tarocchi_carte/carte_dei_tarocchi.php

Non appena vinta la pigrizia, pubblicherò una sezione (in questo sito o in altro dedicato) contenente anche una mia interpretazione del significato di tutte le carte dei Tarocchi.

Come procedere?

I libri che acquisterai ti mostreranno alcuni modi con cui effettuare le letture. Personalmente, non ritengo necessario utilizzare sistemi complicati.

Se utilizzi i Tarocchi, potresti inizialmente utilizzare soltanto le carte degli Arcani maggiori. La loro simbologia è già di per sè completa, ed anche molti cartomanti esperti lavorano così.

Al di là del tipo di carte che andrai ad utilizzare, fermo restando che nella confezione di acquisto, solitamente, sarà contenuto un piccolo opuscolo con le istruzioni per l'uso, puoi procedere, per provare, ad utilizzare soltanto tre carte.

Concentrati (e se lo senti opportuno, medita qualche minuto, connettiti all'Universo, agli Angeli, alle tue Guide o comunque ai tuoi Protettori, chiedendo guida e protezione).

Mescola il mazzo e, se desideri, stendi le carte sul tavolo a ventaglio. In ogni caso, lasciale capovolte.

Poni il tuo interrogativo e, se desideri, resta immobile in meditazione continuando a ripeterlo, senza perdere la calma guadagnata con il rilassamento precedente.

Estrai tre carte (dal mazzo, oppure dalle carte distese a ventaglio) e - lasciandole capovolte - disponile in fila orizzontale sul tavolo: una a sinistra, una in mezzo, una a destra.

Già prima di estrarle, tieni presente che: la carta di sinistra rappresenta il passato della situazione oggetto della domanda; la carta di centro rappresenta il presente; la carta di destra rappresenta il futuro.

In tal modo, interpreterai passato, presente e futuro andando a studiare il significato di una sola carta, senza incontrare problemi di abbinamento con carte vicine. Come si fa a leggere le carte

Se hai predisposizioni e doti extrasensoriali, già con questo semplice metodo potrai constatare l'efficacia delle letture. Come si fa a leggere le carte.

Buon lavoro

Dorje Shiayvam Atothas Come si fa a leggere le carte

come imparare a leggere le carte
come si fa a leggere le carte

>>Torna all'indice "Articoli">>

Puoi condividere usando il tasto sopra. Puoi anche copiare, senza modificarlo, questo testo ovunque tu ritenga, purché ti ricordi di fare due cose:
- indicare l'autore ed il sito
- eseguito il copia-incolla: una volta incollato il testo, affinché sia correttamente leggibile come tu lo hai letto, ove lo sfondo della nuova pagina non sia bianco, dovrai rimuovere dai paragrafi, manualmente, i tag (che qui non vedi, in quanto colorati in bianco) sparsi tra i periodi, dopo le punteggiature e tra i paragrafi.

Dorje Shiayvam Atothas

(Dott. Alessandro Segalini)

 

 

Tantra Master

Grand Master Reiki  (18° liv.)

 

Founder of Amethyst Yoga

 

Listed in the "Teachers" page (presence in the world) of the World Yoga and Ayurveda community

http://www.worldyogayurveda.net

 

Affiliated to the European Yoga Federation

www.europeanyogafederation.net

 

Facebook:

Alessandro Segalini - www.facebook.com/amethystyoga
Alessandro Segalini (page) - www.facebook.com/alessandrosegaliniofficialpage


Youtube:
Amethyst Yoga Channel -
https://www.youtube.com/user/Atothas77

 

Tantra official website:

www.tantramilano.altervista.org

 

e-mail: reikimilano@alice.it

come si fa a leggere le carte

icome si fa a leggere le carte

come si fa a leggere le carte

Home Cos'è Reiki Storia del Reiki Trattamenti Corsi Reiki Ayurveda Reiki Corsi a distanza Amethyst Yoga Meditazione Tutti i corsi Letture consigliate Articoli Pratica Reiki FAQ - Domande L'insegnante Privacy Contatti

CORSI A MILANO (LOMBARDIA)

follemente innamorata di un idolo pazzamente

 

come si fa a leggere le carte

come leggere le carte

leggere le carte come si fa

leggere

carte come leggere

leggere

leggere carte come si fa a leggere le carte

come si fa a leggere le carte